Registrazione ed accreditamento Consultazione pratiche
Per accedere ad alcuni servizi è necessario registrarsi Accedi

 

CHE COS’È LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE (SUAP)

Il SUAP è la struttura istituita per legge a servizio di imprese e cittadini attraverso la quale i Comuni raccolgono, istruiscono ed espletano tutte le istanze, le comunicazioni inerenti le attività produttive di beni e servizi.

Esso costituisce il collettore unico delle comunicazioni tra le imprese e la P.A.

LEGISLAZIONE DI RIFERIMENTO DEGLI SUAP E FINALITÀ ISTITUTIVE

L’istituzione degli SUAP trova origine nella Legge 15/03/1997 n° 59 “Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle Regioni ed Enti Locali, per la riforma della Pubblica Amministrazione e per la semplificazione amministrativa”.

Ad oggi risulta normato dal DPR 07/09/2010 n° 160 recante il “Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo Sportello Unico delle Attività Produttive” e dal successivo Decreto Interministeriale 10/11/2011 recante “Norme per l’attuazione dello Sportello Unico per le Attività Produttive di cui all’art. 38, comma 3bis del D.L. 25/06/2008 n° 112, convertito con modificazioni dalla L. 06/08/2008 n° 133

Ad integrazione della normativa suesposta, per gli argomenti demandati alla competenza delle singole amministrazioni locali, questo Comune ha provveduto, con la deliberazione della Giunta Comunale datata 26/04/2012 n° 73, all’adozione di specifiche “Norme regolamentari per la gestione dello sportello unico per le attività produttive”

La volontà espressa dal legislatore attraverso l’istituzione degli SUAP è stata quella di offrire uno strumento capace di semplificare i processi e le comunicazioni tra il mondo produttivo e la pubblica amministrazione riducendo al contempo i tempi necessari a conseguire le prescritte autorizzazioni ed implementando le performances delle P.A. in un’ottica di trasparenza ed efficienza.


COSA FA LO SPORTELLO UNICO

Il SUAP fornisce assistenza informazioni e supporto tecnico sulle normative, gli iter procedurali, gli adempimenti prescritti per la costituzione, l’avvio e la conduzione delle attività produttive di beni e servizi, garantendo ove necessario consulenza qualificata.

Espleta le funzioni amministrative inerenti la gestione dei procedimenti in un'ottica di semplificazione, trasparenza e tempestività.

Rende disponibili on line servizi quali l'accesso gratuito a modulistica e informazioni, la presentazione di istanze, segnalazioni e comunicazioni, permette di monitorare gli iter già avviati, il tutto 24 ore su 24, 7 giorni su 7.


VANTAGGI PER L’UTENTE

Attraverso lo Sportello Unico vengono offerti all’utenza vantaggi costituiti da:

  1. Riduzione dei tempi necessari ad espletare gli iter procedimentali ed assegnazione di tempi certi per la loro conclusione.
  2. Possibilità di operare via web eliminando i costi e riducendo i tempi legati alla produzione ed alla trasmissione dei documenti in formato cartaceo.
  3. Semplificazione complessiva conseguita attraverso:
    • Unicità dell’interlocutore
    • Semplificazione delle procedure
    • Disponibilità di informazioni e modulistica on-line

COME ACCEDERE AI SERVIZI DEL SUAP DEL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO

Come previsto per legge il SUAP è tenuto ad intrattenere i rapporti con l’utenza esclusivamente in via telematica con le modalità di cui all’art. 12 comma 5 del D.P.R. 160/2010.

L’accesso è libero per tutte le operazioni di consultazione generica mentre, per la presentazione e la specifica consultazione delle pratiche è necessaria l’autenticazione (N.B. – a tal fine sarà necessario registrarsi eseguendo la procedura presente nella sezione "REGISTRAZIONE E ACCREDITAMENTO".

Per le finalità suesposte vengono resi disponibili i seguenti strumenti:

  • il PORTALE SUAP cui si accede cliccando sull’icona “SPORTELLO UNICO ATTIVITA’ PRODUTTIVE” presente nella home page del sito del Comune www.comunesbt.it e dal quale è obbligatorio effettuare le presentazioni quando si intenda attivare un procedimento la cui modulistica risulti pubblicata.
  • la POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA, esclusivamente per i casi previsti dal vigente Regolamento Comunale SUAP, così come meglio più oltre specificati, all'indirizzo PEC: suapsbt@cert-sbt.it


MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DI ISTANZE, SEGNALAZIONI E COMUNICAZIONI

In ottemperanza alle disposizioni di legge, a far data dal 2 ottobre 2013, la presentazione delle pratiche è consentita esclusivamente attraverso i due canali di comunicazione telematica di cui sopra, ed in particolare:

  • Laddove si tratti dell’avvio di un iter procedimentale compreso tra quelli pubblicati nella sezione “PROCEDIMENTI E MODULISTICA” e per il quale è attiva la possibilità di presentazione on line, è consentita ESCLUSIVAMENTE attraverso il PORTALE SUAP ed utilizzando tassativamente la modulistica ivi resa disponibile.

Nel primo caso, il portale esegue automaticamente la verifica di completezza formale della documentazione presentata e, ove l'esito sia positivo, provvede al rilascio in tempo reale di una ricevuta di avvenuta presentazione recante gli estremi della pratica SUAP; nel caso in cui sia stato avviato un iter di SCIA, detto documento costituirà titolo per l’avvio immediato dell’attività.

Le pratiche presentate attraverso il portale potranno inoltre essere monitorate dal mittente per verificare in tempo reale lo stato di avanzamento dell’iter.

Ove la presentazione abbia luogo a mezzo PEC la completezza formale del materiale presentato non potrà essere verificata in maniera automatica, per questo motivo, il SUAP procederà come segue:

  • All’atto della presa in carico del materiale trasmesso verrà inviata al mittente una comunicazione contenente gli estremi di protocollazione.
  • La ricevuta attestante la completezza formale e l’avvio del conseguente procedimento amministrativo (ovvero la comunicazione di irricevibilità/improcedibilità nei casi in cui la verifica formale abbia esito negativo), saranno trasmesse a cura del responsabile del procedimento/istruttoria nei termini di cui alle vigenti “Norme regolamentari per la gestione dello sportello unico per le attività produttive”.
  • I termini del conseguente procedimento amministrativo, una volta accertata la completezza formale della istanza/segnalazione/comunicazione, decorreranno dalla data e l'ora indicate nella ricevuta di avvenuta consegna rilasciata al mittente dal provider di posta elettronica certificata.

Quanto sopra fermo restando che, come previsto dalla normativa specifica e dal regolamento comunale, la presentazione a mezzo PEC potrà essere utilizzata esclusivamente nei seguenti casi:

  1. per tutti quegli iter procedimentali la cui modulistica non sia ancora stata pubblicata;
  2. nel caso di una interruzione del servizio offerto dal portale per una durata superiore a tre ore continuative durante l’orario di apertura dell’ufficio competente. in questa eventualità sarà comunque necessario, pena la inamissibilità e/o irricevibilità della trasmissione effettuata, una volta che il servizio sia stato riattivato, reiterare l’invio dell’intera documentazione utilizzando il portale e comunicando gli estremi della precedente trasmissione effettuata via PEC nel termine tassativo di 5 gg. dall'avvenuta riattivazione.


AUTENTICAZIONE DELL’UTENTE E FIRMA DIGITALE

Ai fini della ricevibilità e dell’avvio del conseguente procedimento amministrativo, è indispensabile che i documenti informatici trasmessi (nella loro totalità ovvero ogniqualvolta ne venga segnalata l’obbligatorietà) risultino firmati digitalmente da persona avente titolo alla presentazione ovvero dal soggetto cui è stata conferita procura speciale.

Nei procedimenti trasmessi attraverso il portale l’eventuale mancata apposizione della firma digitale, sui documenti prescritti interdice la trasmissione dell’iter mentre, una analoga omissione, nel caso di trasmissione effettuata via PEC, darà luogo ad inammissibilità e, di conseguenza, ad improcedibilità.

Le generalità dell’intestatario della firma digitale apposta sui documenti tramessi al SUAP dovranno tassativamente corrispondere a quelle del soggetto cui compete la titolarità del procedimento trasmesso ovvero a quelle del soggetto eletto procuratore presso il quale, in forza della procura risulterà eletta la domiciliazione digitale.


NOTE SULLE MODALITA DI COMUNICAZIONE TELEMATICA CON IL SUAP

Nella presentazione in modalità telematica delle pratiche di competenza dello Sportello Unico delle Attività Produttive dovrà tenersi conto di quanto appresso:

  • Formato e dimensioni dei files
  1. Nella presentazione di istanze, segnalazioni, comunicazioni ed in genere di ogni altro documento dovrà essere utilizzato il formato file prescritto dalle indicazioni del portale (di norma il formato PDF-A)
  2. Nel caso di invio di comunicazioni a ½ PEC, salvo diversi accordi intercorsi con l’ufficio destinatario, dovrà comunque essere preferibilmente utilizzato il formato di cui sopra, non potranno comunque essere utilizzati, a pena di improcedibilità, formati diversi da quelli indicati nell’apposito “Allegato alle regole tecniche in materia di documento informatico e gestione documentale, protocollo informatico e conservazione di documenti informatici” che viene regolarmente aggiornato ed è consultabile on-line sul sito di DigitPa.
  3. Le presentazioni inoltrate, tanto a ½ Email-PEC quanto attraverso portale, non potranno contenere files di dimensioni superiori a 5 Mb ne eccedere il contenuto complessivo di 15 Mb; ciò premesso si raccomanda pertanto, nella scansione dei documenti da allegare, l’utilizzo di bassi livelli di risoluzione (suggeriti 150 dpi) e, salvo che non sia diversamente richiesto o risulti indispensabile ai fini della corretta interpretazione del documento, l’utilizzo dell’opzione Colore = “scala di grigi” o “grayscale”.
  4. Qualora non risulti possibile contenere nei limiti anzidetti il volume dei files sarà possibile integrare la comunicazione, possibilmente previ accordi telefonici con l’ufficio destinatario, tramite ulteriori comunicazioni a ½ PEC, anche in questo caso si fa riferimento al disposto dell’Art. 8 comma 3 del D.M. 10/11/2011 che prevede, in simili circostanze, una presentazione parziale corredata da dichiarazione che illustri i motivi del mancato invio telematico del documento non trasmissibile e la successiva consegna del medesimo su supporto informatico firmato digitalmente; a tal uopo sono stati predisposti gli appositi modelli AV01 ed AV02.
  • Firma Digitale
  1. Ai fini della ricevibilità e dell’avvio del conseguente procedimento amministrativo, in conformità a quanto previsto ai sensi del DPR 68/2005, è indispensabile che i documenti informatici trasmessi (nella loro totalità o quantomeno ogniqualvolta ne viene segnalata l’obbligatorietà) risultino firmati digitalmente dall’avente titolo o dal soggetto cui è stata conferita la procura speciale.
  2. Le generalità dell’intestatario della firma digitale apposta sui documenti tramessi al SUAP dovranno tassativamente corrispondere, come già dianzi segnalato, a quelle del soggetto che cui compete la titolarità del procedimento trasmesso o, in alternativa, a quello cui risulta intestata la procura speciale (di cui al Mod. PRS01).
  • Compilazione della modulistica
  1. In accordo con le disposizioni previste dalla normativa vigente, ed in conformità con quanto disposto dalle citate norme del Regolamento Comunale, la redazione di istanze, segnalazioni, comunicazioni e quant’altro rientri nel novero dei procedimenti di competenza del SAUP prevede, ogni qual volta disponibile, l’utilizzo tassativo della modulistica resa disponibile sul sito istituzionale del Comune.
  2. All’interno di ciascuno dei modelli pubblicati sono presenti le indicazioni relative all’ulteriore documentazione da allegare per dar corso allo specifica procedimento e l’importo del versamento da effettuare a titolo di diritti d’istruttoria.
  3. Saranno ritenute irricevibili saranno ritenute le istanze/comunicazioni contenenti, al loro interno, la documentazione relativa a più di un procedimento (ad es. una comunicazione orari di apertura insieme ad una SCIA di subingresso).

CAUSE DI IRRICEVIBILITÀ/INAMMISSIBILITÀ.  CAUSE DI IRRICEVIBILITÀ/INAMMISSIBILITÀ

La presentazione in modalità diversa da quella telematica determina inammissibilità delle istanze nell'ambito del procedimento ordinario e irricevibilità delle segnalazioni e comunicazioni nell'ambito del procedimento automatizzato ed in ogni caso non comporta attivazione di alcun procedimento amministrativo.

Si procederà alla comunicazione di irricevibilità, con conseguente inefficacia, di istanze, segnalazioni certificate e/o comunicazioni presentate nei casi previsti dal Regolamento Comunale SUAP, ed in particolare:

  1. la presentazione da parte di soggetti diversi dall’avente titolo che non alleghino il modello di procura speciale debitamente compilato;
  2. la mancata apposizione della segnatura digitale, ovvero l’apposizione di una firma digitale scaduta o revocata o appartenente a soggetto diverso dall’avente titolo alla od a persona diversa da quella a cui il medesimo ha conferito procura speciale (fanno eccezione gli eventuali allegati a firma di professionisti abilitati);
  3. la presentazione in modalità non telematica, ovvero la presentazione a mezzo PEC di istanze, segnalazioni o comunicazioni per le quali sul portale SUAP risulti attivata la modalità di presentazione on line;
  4. la trasmissione attraverso un indirizzo di posta elettronica certificata diverso da quello dedicato (suapsbt@cert-sbt.it) quando consentita;
  5. la presentazione di file redatti in formato diverso da quello espressamente indicato dalle apposite istruzioni pubblicate sul sito SUAP ((a menvo che non siano stati preventivamente concordate con l’ufficio destinatario) o che non rientri tra quelli indicati nel citato "Allegato alle regole tecniche in materia di documento informatico e gestione documentale, protocollo informatico e conservazione di documenti informatici”, consultabile on-line sul sito di DigitPa;
  6. la presentazione cumulativa di più istanze ovvero segnalazioni o comunicazioni che diano luogo all’attivazione di più di un iter procedimentale;
  7. l’utilizzo di modulistica difforme da quella pubblicata sul sito ovvero compilata in maniera incompleta o non corretta.

torna all'inizio del contenuto